CATALOGO
AUTORI
A B C D E F G H I J k L M N O P Q R S T U V W Z
NEWSLETTER
Email:
INVIA ANNULLA
SCHEDA

Waltraud Mittich

Micòl

Nel 1962 Giorgio Bassani pubblicò Il giardino dei Finzi-Contini, che racconta l’amore impossibile di un giovane per Micòl, ragazza ebrea che finirà deportata.
Un destino che Waltraud Mittich, scrittrice sudtirolese, non ha mai voluto accettare.

Traduzione dal tedesco di Giovanna Ianeselli e Stefano Zangrando

 


 

Così in questo breve romanzo immagina la vita che Micòl avrebbe potuto avere se le cose fossero andate diversamente e, mezzo secolo dopo, ne riprende e prosegue la storia. La ragazza diventa una donna capace di elaborare un proprio canone di femminilità che la conduca alla libertà e all’autoaffermazione.

Waltraud Mittich narra con empatia la vita di questa donna ebrea che porta la stella ma anche il velo, o che cammina sulle zeppe con un boa di piume attorno al collo. Nel giardino dei Finzi-Contini del resto è possibile correggere la realtà. Con questo suo omaggio a Giorgio Bassani l’autrice tratteggia la possibile esistenza ulteriore di un personaggio letterario, declinandola in una varietà di stili e registri entro la quale si riflettono gli orrori e le conquiste del ventesimo secolo.

 

  • Italiano
  • 2017
  • pp 128
  • EUR 12,00
rassegna stampa
12/11/2017 - http://nonsololibritraisassi.blogspot.it
Un nuovo finale per i Finzi Contini
29/12/2017 - Il Venerdì di Repubblica
La seconda vita di Micòl Finzi-Contini
07/01/2018 - La Lettura del Corriere della Sera
Micòl torna per difendere le donne
17/01/2018 - Corriere dell'Alto Adige
Micòl e il nuovo presente
18/01/2018 - salto.bz
La vita al di là della realtà
27/01/2018 - Il Resto del Carlino / Ferrara
La mia Micòl oltreil Giardino: giovane, ribelle, femminista
24/01/2018 - Radio in blu
Intervista a Waltraud Mittich
25/01/2018 - Grazia
Voci per non dimenticare
Vi consigliamo anche
Anni secchi Ad alta voce Acquabianca Dodici incontri Il delta Narrare l’Alto Adige Amateurs Come i mesi l’anno rancore mi cresce nel ventre